Pannolini lavabili

Spread the love

Quando Kristel Sundari non era ancora nata, osai dire ai miei genitori che avrei usato i pannolini lavabili …. La loro reazione fu di guardarmi con aria compassionevole sottintendendo “non sai proprio di cosa stai parlando… con un neonato tra le braccia che farà cacca e pipì dopo ogni poppata, vogliamo vederti proprio a lavare ..) Quando poi è nata Kristel Sundari, in anticipo di 3 settimane, avendomi colto di sorpresa senza che mi fossi organizzata in tempo, ho iniziato ad usare i pannolini ecologici usa e getta MOLTEX (QUI la mia esperienza) Mi ero ripromessa di cercare pannolini lavabili da usare ma a 10gg dal parte ho avuto un’emorragia intrauterina che mi ha fatto perdere 2l di sangue e costretta a fare convalescenza a casa di mia madre mentre allattavo la bimba. Così ho dovuto sospendere l’idea del pannolino lavabile.

Quando però, a 13 mesi, abbiamo iniziato l’EDUCAZIONE PRECOCE AL VASINO, finalmente sono stata nelle condizioni di passare ai PANNOLINI LAVABILI, che sentivo essere la modalità migliore e più fisiologica per sostenere il processo dello spannolinamento.

COSA SONO:

innanzitutto è bene ricordare che i pannolini lavabili sono stati utilizzati sin dai tempi più remoti dai nostri nonni e sono in parte stati dimenticati e accantonati per il ritmo sempre più frenetico imposto dalla società e per l’arrivo sul mercato di quelli usa e getta. Si tratta di pannolini di stoffa realizzati con materiali idonei per essere lavati e utilizzati più e più volte. Oggi sono la scelta primaria di tutti quei genitori che cercano di crescere i figli dei 0-3 anni nel rispetto dell’ambiente. Ad una riflessione superficiale i pannolini lavabili possono risultare molto impegnativi da gestire, ma in realtà offrono molti vantaggi, oltre che essere presenti sul mercato in diversi modelli e per tutte le tasche ed esigenze.

VANTAGGI:
  • BENEFICI PER LA PELLE DEI NEONATI: offrono una miglior traspirazione della pelle dei bambini. Permettono di ridurre il rischio di arrossamenti e la comparsa di dermatiti; favoriscono un senso di leggerezza al piccolo nelle calde giornate estive ( i pannolini usa e getta possono innalzare la temperatura della zona genitale anche di 1° , il che non è piacevole)
  • TRAINING durante lo SPANNOLINAMENTO: aiuto per eliminare il pannolino più velocemente a favore di vasino o WC. Infatti, crescendo, la sensazione di pelle umida sarà evidente e aiuterà il bambino in fase di spannolinamento di associarla alla pipì.
  • RISPARMIO ECONOMICO: nell’arco del tempo di crescita 0-3 anni si calcola una spesa che va dalle 200 alle 800€ per i pannolini lavabili, contro i 2000€ circa dei pannolini usa e getta. I pannolini lavabili, non creando dermatiti, non richiedono l’uso di creme per il cambio pannolino così come non richiedono i contenitori “mangiapannolini” e lo smaltimento nella raccolta indifferenziata.
  • LAVAGGIO: il consumo di acqua e detergenti è decisamente limitato: è necessario tenere a portata un contenitore con acqua e bicarbonato dove immergere subito il pannolino al cambio per evitare che prenda odore forte di ammoniaca. Non necessitano di detergenti e ammorbidenti come per gli altri capi di abbigliamento. Basta del bicarbonato e dell’aceto, del tutto economici e naturali.
  • RICICLO INTELIGENTE: se ben tenuti possono essere utilizzati anche per più di un figlio. Se non lo è la parte interna lo potrebbe essere quella esterna ( nel caso si opti per pannolini a due parti staccabili)
  • ECOSOSTENIBILITA’: se un neonato può arrivare a produrre dai 10 ai 12 pannolini usa e getta al giorno ( impiegando dai 200 ai 500 anni per biodegradarsi ed essere riciclati) l’uso del pannolino lavabile è evidentemente una scelta ecosostenibile a favore dell’ambiente in cui viviamo.
MODELLI
  • Ciripà (pieghevole): fascia di pannolini economici e di veloce asciugatura essendo composti da 2 o 3 pezzi di tessuto assorbente. Richiede che venga piegato secondo delle tecniche apposite e, successivamente, vi va avvolto il neonato. Non ci sono chiusure pre-esistenti ma si usano i moderni nippa o snappi (le nonne utilizzavano spille da balia) e poi ricoperti con una cover impermeabile (generalmente disponibile in  diversi colori e fantasie per ogni gusto). Ideale per i neonati, per poi magari passare a uno dei modelli sotto elencati in una seconda fase.

  

  • AiO o All in One (Tutto in Uno): molto simile al pannolino usa e getta. Costituito da uno o più blocchi, con la parte esterna impermeabile, quella interna assorbente in cotone, bambù o microfibra. Lavabile a mano o in lavatrice facendo attenzione a usare programmi di lavaggi delicati in lavatrice. Indicato per la fascia d'età 0-3 anni

  • AI2 o All in Two (Tutto in due): uguale al modello AiO ma la parte interna assorbente ed esterna impermeabile non sono unite fisse fra loro. Le due parti si attaccano tramite bottoni prima di farlo indossare al bambino. Una volta tolto le parti si staccano per essere lavate e disinfettate. Avere due parti staccabili riduce il tempo di asciugatura. La parte esterna se non sporca può non essere lavata ad ogni cambio e durare così di più nel tempo.

 

  • Pocket o a tasca: formato di due parti, interna ed esterna. Quella esterna è impermeabile mentre quella interna in tessuto. Fra le due parti vi è una tasca (come dice il nome stesso) creata per inserire un inserto assorbente, chiamato "velo cattura pupù" che può essere o lavabile (anch’esso come il resto del pannolino) o usa e getta. Nel caso di velo usa e getta è possibile inserire più di uno scegliendo fra quelli in bambù e quelli in microfibra.

  • Fitted: composto da due parti scollegate fra loro. Una volta fatto indossare la prima parte in tessuto assorbente è necessario coprirlo con una mutandina o cover impermeabile sopra. Sono a forma di pannolino, dotati di elastici al girocoscia e le chiusure sono in velcro o bottoni. Ottima assorbenza. Essendo preformati è necessario stare attenti ad acquistare la giusta taglia, verificando che non stringano sul girocoscia o in vita al bambino. Se la cover non è sporca può non essere lavata ad ogni cambio, ma riutilizzata per 2 o 3 volte. e quando fa molto caldo può essere evitata così da lasciare il bambino più leggero e fresco.

 

QUALE MODELLO SCEGLIERE:

Non esiste una soluzione ideale e valida per tutti in quanto ogni bambino ha personali caratteristiche e ogni genitore ha le sue preferenze. Se si decide di usare i pannolini lavabili, il consiglio è di acquistare modelli diversi e una volta che si è compreso qual è il sistema che funziona meglio per il proprio bimbo e le esigenze familiari, si orientano di conseguenza  gli acquisti.

Personalmente io ho scelto il Kit composto da 6 pannolini lavabili Pocket OneSize + 12 inserti assorbenti in canapa e cotone bio. di Charlie Banana. Il pannolino è molto morbido, pratico, asciuga velocemente e la sua vestibilità è slim. Possibilità di inserire sia inserti lavabili che usa&getta, adatto dai 3 ai 16 kg, regolabile sul girocoscia con Sistema Bra e bottoncini nel girovita.

Per me e Kristel Sundari questo pannolino si è rivelato essere realmente la soluzione pratica, confortevole e dalla vestibilità slim che ci ha aiutato ad abbandonare gli usa&getta. Sono facili da indossare e da regolare grazie al Sistema Bra brevettato, che tramite un elastico posto all’interno della tasca permette di adattare il pannolino al prorio bambino dai tre mesi fino al momento dello spannolinamento. Inoltre riduce al minimo il rischio di fuoriuscite. I bottoni sulla vita  consentono di regolare l’ampiezza e l’elastico posto sul retro garantisce comodità al bambino evitando che il pannolino stringa.

Personalmente lo consiglio perchè è un pannolino facile e veloce da mettere e lavare, asciuga velocemente, è poco ingombrante, colorato e bello.

La possibilità di inserire inserti lavabili ma anche usa&getta permette di utilizzare i pannolini Charlie Banana anche in occasioni speciali come viaggi o quando devo lasciare Kristel Sundari alla nonna.

Ho scelto Charlie Banana anche perchè supporta orgogliosamente Operation Smile and Save e Project Save Child, 2 grandi Charity Internazionali a supporto dell’infanzia. Comprando i prodotti Charlie Banana si contribuisce infatti a salvare la vita di un bambino.