Idroterapia

Spread the love
  • "Ecco come bisogna essere! Bisogna essere come l'acqua.
  • Niente ostacoli - essa scorre. Trova una diga, allora si ferma.
  • La diga si spezza, scorre di nuovo.
  • In un recipiente quadrato, è quadrata. In uno tondo, è rotonda.
  • Ecco perché è più indispensabile di ogni altra cosa.
  • Niente esiste al mondo più adattabile dell'acqua.
  • E tuttavia quando cade sul suolo, persistendo, niente può essere più forte di lei".
  • (Laozi)

L'elemento ACQUA è l'elemento simbolico universalmente associato al FEMMINILE.  L'acqua è la materia della vita. E' matrice, madre e mezzo.  Infatti non esiste vita senza acqua. L’acqua è Donna, a cominciare dal liquido amniotico che genera la vita nel grembo materno.

L'IDROTERAPIA  è un insieme di pratiche volte a curare i disturbi attraverso l’uso dell’acqua e gli stimoli termici, meccanici e chimici che essa induce sul corpo umano.

La gravidanza è dunque il periodo migliore nella vita della donna per trarre i maggiori benefici dalle cure a base di acqua.

Già gli antichi conoscevano le virtù dell’acqua, come noto dalle testimonianze storiche legate all’uso delle terme, particolarmente diffuse nel mondo greco e romano. Nell’800, l’idroterapia è stata riscoperta, soprattutto ad opera dell’abbate tedesco Kneipp e di Priessnitz, un contadino austriaco, che aveva messo a punto un metodo di idroterapia, osservando il comportamento degli animali.

MODALITA' DI AZIONE DELL'ACQUA:
  • stimoli termici: più è grande la differenza di temperatura tra corpo umano e acqua, maggiore è la reazione che si produce. I trattamenti devono sempre partire dagli stimoli più delicati, per poi gradualmente far aumentare o diminuire le temperature.
  • reazione: l’applicazione calda aumenta la temperatura del corpo, favorisce il passaggio di sangue dagli organi interni alla periferia, scioglie gli spasmi muscolari e riduce il dolore. L’applicazione fredda stimola le reazioni interne e l’afflusso di sangue e di calore, aumenta il tono vascolare (questo è particolarmente utile in caso di capillari deboli), favorisce la concentrazione.
  • stimoli meccanici: la pressione del liquido riduce la forza di gravità nell’immersione, ed è un massaggio su tutto il corpo, con benefici per muscoli e strutture vascolari e linfatiche.

I trattamenti idroterapici possono essere eseguiti presso piscine, centri benessere, ma anche a casa, con alcuni accorgimenti.

Le cure idroterapiche più adatte alla gravidanza contemplano:
  • Spugnature, maniluvi, pediluvi: utili per gambe e mani gonfie. Si consiglia di usare acqua fredda, evitando escursioni termiche troppo ampie, ma abituandosi gradualmente. Le applicazioni possono durare 20-30 minuti.
  • Camminare in acqua con il livello alle caviglie o alle ginocchia (ottimo esercizio da fare quando si è al mare), pestare l’acqua (anche in una tinozza o in vasca): utile per la circolazione.
  • Ginnastica: acquagym, nuoto libero. Attenzione; lo spinning in piscina può essere un esercizio troppo intenso e poco adatto alla gravidanza.
  • Idromassaggio: è rilassante e aiuta la circolazione. Si consiglia di non superare i 30-40 minuti, altrimenti può essere troppo stancante.
  • Bagno di vapore per il viso e le vie aeree superiori: si può abbinare l’uso di oli essenziali balsamici, al fine di migliorare la respirazione e di favorire il drenaggio delle secrezioni mucose.
  • Gargarismi, sciacqui per il mal di gola
  • Lavaggi nasali per raffreddore e sinusite
  • Cure interne: bere due bicchieri di acqua tiepida al mattino favorisce la regolarità intestinale. L’uso delle tisane deve essere sempre valutato da un medico esperto in fitoterapia. In gravidanza è consigliabile assumere almeno due litri di acqua al giorno.
  • borsa di acqua fredda o compresse bagnate contro le contusioni, si applica sulla parte dolente.
  • cataplasmi: ad esempio con argilla
In gravidanza è meglio evitare (o comunque si consiglia di consultare il proprio medico):
  • Lavaggi interni: lavande vaginali, idrocolonterapia
  • Semicupi: consiste nel sedersi in una apposita tinozza piena d’acqua, eventualmente miscelata con tisane ed estratti a base di erbe
  • Sauna: il caldo eccessivo può far svenire
  • Passaggi rapidi di tutto il corpo attraverso docce calde e fredde alternate
  • Impacchi di acqua calda o fredda sull’addome

L'acqua dunque è l’elemento naturale della gravidanza e può diventare l’occasione ideale per riscoprire le sue molte virtù salutistiche.

LA NOSTRA ESPERIENZA (da 13 a 37 settimane)

Personalmente ho scoperto l'idroterapia Kneipp e i suoi numerosi benefici grazie alla mia amica Ardua presso l'Istituto Palatini (ora Terme di Salzano) diretto dal Dott.Leonardo Campagnaro (a cui devo gran parte della mia attuale salute e molte delle mie conoscenze in campo naturopatico e per il quale nutro un profondo e sincero sentimento di gratitudine).

Seguendo il pensiero del Dott.Alfonso Palatini (a cui la famiglia Campagnaro ha dedicato tutta la sua vita per realizzare il suo progetto)  che  "...è necessario curarsi quando si sta male, ma molto più necessario è curarsi quando si sta bene, per conservare il massimo bene materiale: la salute...", già da adolescente ho imparato a fare regoralmente i bagni in vasca, gli idromassaggi, i bagni di vapore e i getti freddi ed alternati che sfruttano il potenziale depurativo e rigenerante dell'applicazione fredda, calda o alternata di acqua sul corpo. Ogni giorno, dopo la doccia calda, concludo con un getto di acqua fredda ( il più fredda possibile ) seguendo un percorso preciso dall'alto verso il basso, dalle braccia alle gambe, dalla schiena alle piante dei piedi.

Durante la gravidanza ho interrotto le docciature calde-fredde e la sauna ma ho mantenuto :

BERE ACQUA ALCALINA IONIZZATA ENERGIZZATA OSSIGENATA

WATER DETOX VITAMINICHE

BAGNI IN VASCA CALDI ( senza superare i 37°) e CON L'AGGIUNTA DI FIORI ED ERBE:

PEDILUVI (in casa o in acqua di mare o di lago balneabile)

PRATICHE ENERGETICHE IN ACQUA di MONTAGNA

NUOTO in piscina con acqua salata

IDROMASSAGGIO

DOCCE CALDE CON GETTI SULLA SCHIENA e LA ZONA RENALE

IMMERSIONI

  

PERCHE' PROVARLA:

Consiglio sicuramente i bagni in acqua calda perchè hanno un effetto rilassante: allentano gli stati di tensione fisica e psichica; alleviano l'insonnia e lo stress, favoriscono la sudorazione e, abbinati alla spazzolatura, purificano la pelle e hanno l’effetto di un massaggio subacqueo, che allevia il dolore e favorisce la mobilità articolare.

Se non si ha modo di fare un bagno caldo, la doccia va benissimo ma consiglio di indulgere un pò di più con getto caldo ( ma non bollente!) sulla schiena e la zona lombare per rilassare e supportare i reni.

I pediluvi migliorano la circolazione del sangue, prevengono la formazione di vene varicose e alleviano il senso di gonfiore e di stanchezza a gambe e piedi; sono un ottimo rimedio contro il mal di testa, la pesantezza e il comune disturbo dei piedi freddi. Inoltre, infondono una generale sensazione di benessere. Come già raccontato QUI, il pediluvio alla salvia Dr.Hauscka è un'ottimo rituale di bellezza e benessere per ogni donna in dolce attesa ( e non solo ).

Consiglio a tutte le donne in dolce attesa di sfruttare i tanti benefici offerti dalle cure a base di acqua e se possibile, di soggiornare presso l'Istituto Palatini /Terme di Salzano per beneficiare dell'acqua termale e dei trattamenti idroterapici di cui la famiglia Campagnaro ed il suo staff sono grandi esperti.