Fertility Massage

Spread the love

Guya Ghirimoldi, educatrice, doula e operatrice Reiki, è anche specializzata in Fertility Massage. Nella nostra società le problematiche legate alla fertilità ( sia nella donna che nell'uomo ) sono davvero tante e spesso causano molta frustrazione. Il Fertility Massage si inserisce tra gli strumenti naturali possibili con cui intervenire in caso di infertilità ma anche, più semplicemente, per imparare a concedersi spazio e tempo per se stesse e per riscoprire il proprio potere femminile.

Qui di seguito puoi approfondire meglio il Fertility Massage grazie all'intervista gentilmente concessa da doula Guya.

- Come nasce il Fertility Massage?

In tutto il mondo e in tutte le epoche si trovano storie di donne che si massaggiano il ventre per guarirsi da sole, o a vicenda.
Da quando però queste conoscenze tradizionali non sono più state trasmesse di madre in figlia nella nostra cultura, abbiamo gradualmente perso, generazione dopo generazione, il ricordo e la saggezza di queste tecniche e con esse il nostro potere di prenderci cura di noi.
Per il Fertility Massage bisogna quindi ringraziare Clare Spink (Blake) che col suo lavoro di ricerca ha ridato valore a tecniche e conoscenze di diverse tradizioni e ora le trasmette a donne di tutto il mondo.

- Di cosa si tratta?

È un massaggio addominale sacrale con connotazioni rituali e transformative che radica nel corpo e allenta le tensioni viscerali, con particolare beneficio per la fertilità.
Si compone di tecniche quali Riflessologia, Pulsing, Digitopressioni, Punti Trigger e Reiki abbinati all’uso del Rebozo.
Questo trattamento è noto per armonizzare e riequilibrano non solo l’apparato riproduttivo ma l’intera persona, aiutandola a ristabilisca equilibrio ormonale, tono dei tessuti, “sfaldare” il tessuto cicatriziale eventualmente presente e rilasciare i traumi emotivi.
Agevola infatti il rilascio dello stress, delle congestioni fisiche e delle memorie accumulate nei corpi, “facendo spazio”.
Rafforzando inoltre muscoli e legamenti dell’area addominale influenza positivamente circolazione sanguigna, linfatica e sistema nervoso.

- Come mai per favorire la fertilità vengono massaggiati anche apparato digerente e zona sacrale?

Per quanto riguarda il sacro, è coinvolto in dinamiche di influenza reciproca con l’apparato riproduttore.
Per esempio, ad esso è direttamente connesso l’utero tramite alcuni legamenti e attraverso di esso passano i nervi responsabili del piacere sessuale, ma non solo..
Parlando dell’addome invece i muscoli, gli organi e il connettivo che lo compongono condividono tutti gli stessi stimoli neurali, e ciò significa che il problema non è necessariamente situato o circoscritto alla zona in cui si può manifestare un dolore.
Inoltre, qualsiasi organo non sia correttamente allineato, oltre a compromettere la circolazione sanguigna nella zona di sede, andrà a provocare un minor afflusso di nutrienti e ossigeno all’intera cavità addominale; e se il sistema è stressato, la prima funzione ad esser soppressa dall’organismo sarà quella riproduttiva.
Per favorire la fertilità bisogna quindi assicurasi che vi siano le condizioni generali di benessere per sostenerla, soprattutto nella donna che dovrà, per l’appunto, sostenere la gravidanza.

- Quali sono quindi tutti i benefici che questo massaggio offre alla persona?

“Tutti i benefici” sono davvero tanti e vari.
Solitamente si definisce insieme qual’è il bisogno e a quali obiettivi si vuole indirizzare il lavoro, per poi procedere con trattamenti personalizzati.
In ogni caso, per tutti, uno dei primi benefici è quello di percepire maggior benessere psicofisico e profonda riconnessione al proprio corpo e al proprio centro.
L’addome infatti, che si parli di cibo, esperienze o emozioni è dove digeriamo e assimiliamo i nutrienti e dove scartiamo o (purtroppo) tratteniamo le tossine.
Il Fertility Massage stimola questo processo digestivo su tutti i piani, incoraggiando il corpo a rilasciare le scorie che ci intossicano e i traumi emotivi che ci zavorrano.
Che siano i traumi della madre con cui abbiamo risuonato in gravidanza o quelli che ci portiamo dietro dall’infanzia; quelli sessuali, gli aborti o tutte le emozioni negative e lo stress che abbiamo mandato giù (ma non digerito) fino ad oggi, questo massaggio ci mette nelle condizioni di poterli rilasciare tramite il corpo e ri-sbocciare a nuove energie.

- Mentre nello specifico i disturbi fisici su cui agisce, di che tipo sono?

Le problematiche principali su cui questo massaggio agisce, portando benefici, sono sia problemi digestivi come
crampi, gonfiore, stipsi, sindrome del colon irritabile, per citarne alcuni;
sia disturbi relativi all’ambito riproduttivo quali cicli mestruali dolorosi o irregolari, candidosi, infezioni della vescica, problemi di fertilità e aborti, sindrome premestruale e depressione pre-ciclo, cisti ovariche, sanguinamento anomalo, fibromi, endometriosi, emicranie e molto altri.

- Ma quindi, chi può beneficiarne?

Per la sua versatilità è un massaggio adatto e a beneficio davvero di tutti, adulti e bambini; consigliato a ciascuno per riconnettersi al corpo e scioglierne le tensioni.
Per le donne è però uno strumento ancora più prezioso perché le riconnette al proprio utero, al proprio grembo,  permettendogli di sentirlo, onorarlo, nutrirlo in profondità e celebrarne gli eventi.
Per esempio celebrare la fine del puerperio e l’apertura che è stata con la gravidanza e col parto e richiamare nuovamente le energie della donna verso l’interno per prepararsi a nutrire nuovi progetti, nuovi cicli, nuove gravidanze, nutrendo innanzitutto se stessa.
Tuttavia, per la sua capacità di favorire la fertilità, è ancora più indicato per le donne con difficoltà a concepire o a portare a termine una gravidanza.

- Possono trarne beneficio anche quelle coppie  che stanno già seguendo trattamenti di fecondazione assistita?  

Assolutamente sì e senza interferire, in quanto questo massaggio è una pratica non invasiva che si integra in maniera sinergica alle pratiche della medicina tradizionale, aumentandone le probabilità di riuscita.
Sulla donna che sta cercando attivamente una gravidanza, per esempio, il massaggio viene svolto solo fino al momento dell’ovulazione o dell’impianto dell’ovulo.
Nell’uomo il problema del quando invece non si pone.
In ogni caso, parlando di fertilità, quando non c’è fretta, è comunque consigliabile a entrambi i membri della coppia avvalersi innanzitutto di dieta equilibrata, uno stile di vita sano e in aggiunta questo massaggio come “strumento di detossificazione” (per esempio con 1 incontro al mese + autotrattamento quotidiano) per almeno 120 giorni prima di iniziare la ricerca attiva di una gravidanza.

- Perché 120 giorni?

Questo tempo è il minimo necessario per regolarizzare un qualsiasi squilibrio relativo a ormoni, sistema immunitario, stanchezza o carenze nutrizionali.
Ogni scelta che verrà fatta in questi 4 mesi infatti avrà enorme impatto sulla qualità di ovuli e sperma, nonché sui globuli rossi che necessitano questo tempo per rinnovarsi totalmente.
È vero che le 8 settimane dopo il concepimento sono il periodo più importante e delicato dal punto di vista della crescita e dello sviluppo dell’embrione, ma le basi per ottimizzare le possibili di salute del bambino e ridurre il rischio di aborto e complicazioni durante la gravidanza possono essere poste ancora prima, lavorando all’origine per avere ovuli e spermatozoi quanto più sani e vitali possibili.

- Cos’altro consigli rispetto alla fertilità? 

Quello che credo sia importante è ricordarci che noi e il nostro corpo siamo un sistema complesso e interconnesso che a mio avviso va trattato come tale, approcciando ogni problema senza estraniarlo dal contesto.
A maggior ragione per chi segue il processo della FIVET, c’è da ricordare che quest’ultima non agisce sui problemi di salute che possono aver dato luogo all’infertilità e che potrebbero pertanto continuare a persistere.
Mi viene spontaneo quindi il suggerimento di integrare ad essa varie Terapie Naturali (contattando chi di competenza).
Gli studi scientifici mostrano infatti un aumento del 47% di successo se combinate.
Nello specifico lo studio della Foresight UK “Natural Health Reduces Risk of Miscarriage or Pregnancy Complication”.
È da notare poi come 3/4 mesi è anche il tempo che serve a prodotti erboristici e integratori nutrizionali per entrare effettivamente in circolo a pieno effetto e fare la differenza mostrando quindi come il nostro corpo sia una macchina potenzialmente perfetta ma anche tanto complessa, che necessita ascolto e rispetto dei suoi tempi!
Noi meritiamo di prenderci cura di noi stessi e di farlo in modo consapevole!

............

Se pensi di avere bisogno di questo massaggio così potente, Ti invito a contattare doula Guya e fissare un appuntamento con lei: sono certa che sarà un'esperienza molto utile e costruttiva!

Doula Guya : guya.ghirimoldi@gmail.com