2-3°mese svezzamento

Spread the love
.
SECONDO+TERZO MESE DI SVEZZAMENTO IN BREVE (8°+9°mese)

Il periodo che va dal 7° al 12° mese, nel quale si propongono cibi sempre diversi,  è importante per  ampliare la conoscenza alimentare che aiuterà il bambino ad abituarsi ad altri alimenti diversi dal latte materno o formulato.

Si dovrebbero introdurre cibi biologici di stagione e lasciare al bambino  tutto il tempo per  adattarsi ai nuovi sapori.

È consigliabile proporre una pappa liquida (accettata meglio della pappa densa) con le seguenti caratteristiche:
  •  il brodo deve essere filtrato senza aggiungere le verdure lessate
  •  ricordarsi di non aggiungere sale né zucchero per evitare di condizionare il gusto
  • aggiungere cereali raffinati, legumi decorticati o passati al passaverdure
  •  aggiungere olio evo, olio di semi di lino e crema di frutta secca (mandorle bianche o tahin)
  •  aggiungere 5 -10 gocce di succo di limone
  •  aggiungere ¼ di cucchiaino di Condialghe Nori, un mix di alghe in polvere senza alga

Kombu; questa  dovrà essere inserita nella misura di 2 cm nell’acqua di cottura dei legumi.

Cereali: grano saraceno, amaranto, quinoa, teff, mais, miglio e riso  stracotti e ridotti in crema oppure farine senza glutine, precotte e non integrali

Legumi: lenticchie verdi o marroni, fagioli (azuchi, cannellini, borlotti), ceci,  piselli spezzati verdi e gialli. Tutti i legumi saranno decorticati  e/o passati al passaverdure e ridotti in crema

I legumi possono essere sostituiti da tofu bianco lessato e ridotto in purea

Verdure: finocchi, zucca, zucchina, carota, porro, cipollina.

Si può aggiungere nella pappa 1-2 cucchiaini di verdure usate per il brodo (passata al passaverdure a fori piccoli ) Non introdurre ancora spinaci, cavolo cappuccio, crescione, bietole, rape, perché sono verdure molto ricche di nitriti

Frutta secca e semi:  mandorle bianche in crema, semi di sesamo  in crema bianca.

Per gli spuntini :

latte vegetale + crema di riso oppure yogurt di soia naturale  oppure succo di carota e mela (30 ml), diluito in 30 ml di acqua  oppure

Frutta:  fresca biologica ben matura e acquosa proposta in succo oppure inserita in una retina da fargli succhiare per estrarre il succo autonomamente

.

                                Schema di svezzamento per  8° - 9° mese

.

Colazione Latte materno o vegetale formulato 180 - 200 ml
Merenda
  • Frutta fresca acquosa in retina
  • oppure  succo di carota e mela 30 ml diluito in 30 ml di acqua
  • oppure  mela o pera grattata e ridotta in purea
  • oppure  Latte vegetale di riso o di mandorla  + crema di riso 2 cucchiai +
  • succo di mela o pera 30 ml
Pranzo
  • Brodo di verdure 180 ml + cereale 30-40 g (riso, mais, miglio, orzo, grano saraceno)
  • +dopo il primo mese di svezzamento aggiungere verdure usate per il brodo passate al passino a
  • fori piccoli 1-2 cucchiaini, per dare colore e sapore.
  • + lenticchie passate al passaverdure 15 g +
  • crema di mandorle bianca 10 g + 1 cucchiaino di olio evo
  • + 1 cucchiaino di olio di semi di lino + 5-10  gocce di succo di limone
  • -aggiungere ¼ di cucchiaino di Condialghe Nori, un mix di alghe in polvere senza alga
  • Kombu; questa  dovrà essere inserita nella misura di 2 cm nell’acqua di cottura dei legumi per eliminare le saponine (fermentanti)
Merenda Latte vegetale di riso o di mandorla  + crema di riso 2 cucchiai + succo di mela o pera 30 ml
Cena
  •  Brodo di verdure 180 ml + cereale 30-40 g (come pranzo) + verdure usate per il brodo passate
  • al passino a fori piccoli 1-2 cucchiaini, per dare colore e sapore.
  • + 15 g di fagioli in purea + 10 g di sesamo in crema;
  • + 1 cucchiaino di olio evo + DHA Vegan Solgar 1 perla spremuta e aggiunta nella pappa tiepida
Prima della nanna Latte materno o vegetale formulato 180 - 200 ml

......................................................................................................................................

Bibliografia: IMPRINTING ALIMENTARE - NASCERE E VIVERE 100 ANNI IN SALUTE - Prof.Leonardo Pinelli  - già Professore Ass. di Pediatria  Università degli Studi di Verona