Beauty Bites Masterclass by Chiara Ferragni e Manuele Mameli

Spread the love

Domenica 10 Febbraio 2019 si è svolto presso Teatro Vetra a Milano il 2°appuntamento della 1°Beauty MasterClass di Chiara Ferragni e Manuele Mameli.

"La Bellezza è lo splendore del Vero" 

"La bellezza in questo mondo non è in ciò che otteniamo, ma nella coscienza con cui cerchiamo di ottenerlo" 

Dopo aver partecipato a questo evento ed avendo incontrato di persona Chiara Ferragni e Manuele Mameli penso che queste frasi di Platone e di Radhanath Swami sintetizzino bene quello che è stata la 1°edizione del BEAUTY BITES MASTERCLASS.

Personalmente ho partecipato a questo evento perchè, anche se sono stata un’attrice e danzatrice di Teatro-Danza, non sono mai riuscita a truccarmi come si deve (e per gli spettacoli più grossi ed importanti c'era sempre lo staff che ci truccava .. e ricorderò per sempre quando il mitico Bob Wilson entrò in camerino, si avvicinò a me, mi mise le dita sopra le sopracciglia e disse alla truccatrice di assottigliarle un pochino per lo spettacolo di Giorgio Armani a Pitti Immagine Uomo). Ora che però sono diventata mamma di una bellissima principessa, Kristel Sundari, a 44 anni ho deciso di imparare proprio per poter insegnare a mia figlia ( ovviamente quando sarà più grande!) a prendersi cura di sè correttamente anche dal punto di vista estetico (oltre che etico). Penso di avere davanti almeno 16 anni prima di poterle insergnare qualche cosa ma sicuramente avrò il tempo per fare le mie prove e non arrivare alla sua adolescenza impreparata!

Dato che si tratta del bene di mia figlia, ho cercato e voluto solo il meglio e sono certa di aver fatto la scelta giusta partecipando a questa Beauty Bites Masterclass perché so che nasce da una passione sincera, quella di Chiara Ferragni, che l’ha resa la donna bella e importante che tutto il mondo conosce. E dal genio e sensibilità artistica di Manuele Mameli.

Ho apprezzato moltissimo questa Beauty MasterClass perchè non è stata pensata esclusivamente per tecnici del settore nè per far passare il concetto che il make-up è qualche di frivolo, ma è stata ideata per dare un MESSAGGIO fortemente EDUCATIVO: spesso siamo solo noi a vederci dei difetti che poi, in realtà, non abbiamo. Ma chi stabilisce la perfezione? Al contrario, bisogna imparare ad amarci davanti allo specchio, dobbiamo prenderci cura del nostro aspetto senza camuffarci ma valorizzandoci, imparare ad amarci ed accettarci per quello che siamo, migliorando e facendo risaltare le nostre unicità e peculiarità (ed in questo senso, il make-up può davvero aiutare a sentirsi più belle/i, a migliorare la propria autostima e, di conseguenza, ad affrontare con maggiore sicurezza le sfide quotidiane della nostra Società).

E credendo sempre in noi stessi, nei nostri sogni e progetti anche quando ti senti sola contro il mondo. 

Di Manuele Mameli ho subito apprezzato lo stile oltre che la simpatia: più volte ha ripetuto che non ama usare molti prodotti e nemmeno realizzare make-up che stravolgano il viso di una persona bensì la sua ricerca e obiettivo sono quelli di valorizzare i punti forti del viso di una persona (e ciascuno di noi ha i propri punti forti ).

Manuele ha realizzato 4 make-up davvero stupendi: il primo su una sua amica, una bellissima ragazza dai capelli rossi, dal classico volto naturale da ragazza della porta accanto e gli ultimi 3 su Chiara:

  • "MORNING GLORY" make-up per il giorno/lavoro: perfetto per ogni mattina, per un veloce ritocco quando ci si vuole sentire più fresche, radiose e luminose; per un meeting di lavoro o un caffè con qualcuno di speciale. Questo è un make-up molto semplice da transformare in un make-up più sofisticato e dettagliato.
  • "Red Ambition" make-up per il pomeriggio/sera/aperitivo
  • make-up per la sera/evento speciale (lo stesso make-up con cui Chiara ha ricevuto la proposta di matrimonio da Fedez sul palco dell'Arena di Verona)

 

Dell'ospite d'onore, Cristina Fogazzi, alias Estetista cinica, eletta la "disturbatrice ufficiale", ho molto apprezzato la grande simpatia, empatia ed autoironia. Ha davvero contribuito a rendere l'evento attivamente partecipato grazie alle sue domande e alle domande poste dal pubblico a Chiara e Manuele.

A Beauty Bites Master Class ho così potuto incontrare e conoscere un'icona del mondo della bellezza/moda/comunicazione online - Chiara Ferragni - che in realtà è sempre rimasta una donna semplice e genuina.  Abituati a vederla immortalata in scatti ed immagini stupende, dopo averla incontrata dal vivo, aver visto che anche lei è una "ragazza acqua e sapone" ed aver ascoltato le sue parole sincere sulla sua storia professionale e la sua vita privata e familiare, ti fa proprio pensare che , come la stessa Chiara ha detto: "se ce l'ho fatta io ce la puoi fare anche tu!" Ed è per questa sua semplicità e solarità che ha raggiunto il successo che ha raggiunto.

Viviamo in un contesto storico articolato, complesso, pieno di chiaroscuti e spesso caratterizzato da demotivazioni e stanchezze: personalmente credo che non è sufficiente deplorare e denunciare le brutture del nostro mondo, ma è necessario irradiare la bellezza di ciò che è vero, buono e giusto nella vita, perché solo questa bellezza rapisce veramente i cuori e ci fa ritrovare, nonostante tutto, il gusto del vivere e sentire che la nostra esistenza è un dono.

Ebbene, questo evento, per chi l'ha vissuto di persona, è stato la testimonianza che davvero anche quando si è raggiunta una posizione privilegiata come quella di Chiara Ferragni, è possibile continuare a coltivare la bellezza autentica dentro e fuori di sè e con il proprio esempio ispirare gli altri a fare altrettanto, perché senza bellezza ci si dispererebbe per gli uomini e per sè stessi davanti ai tanti problemi che attanagliano il nostro mondo.

Il contrario di “bello” non è “brutto” ma utilitaristico, lo spirito di usare gli altri e così rubare loro la dignità. La nostra cultura dominata dal marketing vede la bellezza come una costruzione del corpo e non della totalità della persona e per questo spesso emergono persone con una bellezza fredda e con un’aura di artificialità incapace di diffondere luminosità. A questo punto irrompe la vanità, non l’amore perché la bellezza ha a che vedere con amore e comunicazione. Perchè la bellezza è come il fiore che fiorisce per fiorire, poco importa se lo guardano o no. Se lasciamo entrare la bellezza in noi, nelle parole, negli sguardi, a poco a poco essa ci si educa verso qualcosa di più profondo e ci fa passare da una dimensione puramente estetica ad una dimensione etica, spirituale. Così il bello diventa ciò che si ama. Manuele Mameli, con la sua simpatia e naturalezza (stupendissimo quando si metteva a canticchiare la canzone in sottofondo mentre truccava Chiara o usava un prodotto diverso da quello scritto sulla lista del copione, mandando in tilto l'estetista cinica !) ha testimoniato ed incarnato perfettamente questo concetto con la sua visione da make-up artist che si è fatto umilmente ma gioiosamente da sè, inseguendo il poprio sogno e realizzandolo anche se all'inizio ha avuto la famiglia che non lo supportava affatto.

Da ex-attrice e danzatrice ho anche molto apprezzato lo staff e la regia che hanno permesso la realizzazione tecnica dell'evento oltre che le brave truccatrici di Sephora che hanno accolto le varie partecipanti con molta professionalità ed empatia.

Prima di partecipare a Beauty MasterClass ho riflettuto sul fatto che Chiara Ferragni porta il nome della patrona della televisione (proclamata da Papa Pio XII, il 14 febbraio 1958, perché la prima discepola di San Francesco, nella notte di Natale del 1252 ebbe la grazia di poter vedere dalla sua cella la celebrazione che si svolgeva in chiesa, “un’esperienza di televisione mistica”). Santa Chiara non è unicamente la patrona della tv, ma può educare anche a come rapportarsi con il mezzo televisivo (pensando a Chiara Ferragni e ai giorni nostri, direi con il potente ed imprescindibile canale dei Social Network). La comunicazione di massa tende ad imporre un modello culturale uniforme, basato spesso sulla logica del consumismo e del relativismo. L’esempio di Santa Chiara, invece aiuta a riscoprire la dignità della persona e valori essenziali ed intramontabili come la famiglia, la vita, l’educazione dei giovani. Per questo, a Chiara Ferragni che porta il nome di una Santa tanto amata e così importante, a lei che è una pioniera, un’icona ed un punto di riferimento internazionale della comunicazione online, l’augurio che possa sempre essere un fulgido esempio della bellezza dell’anima, fatta di gioia di vivere e condivisione fraterna. Perché, come amava ripetere Dostoevskij  “Sicuramente non possiamo vivere senza pane, ma anche esistere senza bellezza è impossibile!” perché “La bellezza salverà il mondo”, è la bellezza che ci porta all’amore condiviso con il dolore; il mondo sarà salvo oggi e sempre fin quando ci sarà questo gesto. Ed infatti, per completare il quadro di questa 1°edizione, Chiara e Manuele doneranno la stessa Beauty MasterClass alle pazienti di un Ospedale oncologico. Perchè finalmente dietro alle parole, qui, davvero, ci sono anche i fatti; dietro ai personaggi qui, davvero, ci sono delle vere, belle e luminose persone.

 

GRAZIE CHIARA FERRAGNI e GRAZIE MANUELE MAMELI!

 

 

 

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento